LA MOZZARELLA DI LUIGI

Scritto da Adriano 18/02/2024 Lascia una risposta

È da poco passato mezzogiorno a bordo del traghetto Catania. Si tratta dell'ultima traversata, se non per me spero, per la fida Tacuma ormai giunta all'olio santo. Basti pensare che stanotte all'imbarco non è riuscita a salire la rampa di accesso al secondo ponte, nonostante l'impegno a dare gas profuso di un addetto al carico.. Pensate Tacuma è così grave che mi è stato sequestrato il passaporto. Al momento sono rimasto molto stupito dalla cosa ma stamani il commissario di bordo mi ha spiegato che si tratta di una precauzione che la società Grimaldi prende nei confronti di conduttori di mezzo vecchi o agonizzanti che all'arrivo della nave nel porto di destino verrebbero abbandonato a bordo ...ma torniamo a Luigi. Entrato nel salone del self service una bacheca di cristallo strategicamente posizionata all'inizio del bancone ha attratto il mio sguardo. Conteneva un bendiddio di formaggi decorati con foglie di basilico e fette di pomodori. La nostra bandiera insomma. Non ho fatto in tempo a muovere gli occhi verso il capo cerimoniere in impeccabile giacca a righine verticali verdi e nere per ricevere un diniego oculare, subito dopo seguito da "è solo una esposizione".La tristezza che deve essersi dipinta sul mio viso ha fatto sì che Luigi con un gran sorriso e un elegante giro di braccio mi ha offerto uno dei deliziosi piattini. E li è cominciata una bella chiacchierata sulla napolitanetà e sul senso della vita, alla De Crescenzo...tanto per intenderci. Piacevole intermezzo in una traversata che mi vede apolide...anche se per poche ore. Grazie Luigi a Te e ai napoletani come Te!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Seguimi su Instagram

Copyright © 2024 paroleinonda.com
A webSITE created with ❤ by SEDUCTIVECOPY
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram