LA SPIAGGIA DI MREZGA

Scritto da Adriano 30/03/2024 Lascia una risposta

E’ una sintesi, questa spiaggia, delle cento dove ho sognato,

cullato dal profumo di onde mai dome e mai stanche.

Il primo sole di primavera riscalda volti e immagini

salvate nel server più prezioso e riversate adesso nel secchiello

dei ricordi addormentati ma mai dimenticati.

Fine è la sabbia e blu il mare diviso da un taglio netto

dell'orizzonte dal morbido azzurro del cielo.

Qui c’è  Kuta e Pasito Bea e Tonga e La Fegina e Diani

e ancora e ancora le tante spiagge vissute nel mio peregrinare

a accompagnarmi nella follia di un viaggio nella casualità.

Piccole onde increspate dalla brezza del pomeriggio

in un giorno qualunque addormentato dal Ramadan.

Per poco Id al-fitr e Pasqua non si sono incrociati quest’anno

a permettere una festa comune a mori e infedeli sulle sponde

dalla bellezza senza limiti di un mare non più solo nostrum.

A me resta il regalo  delle onde,  dinamo instancabile e continua

a ricaricare di energia fresca l’anima di chi tra le onde vede

il ciclo continuo della vita. Senza inizio, né fine.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Seguimi su Instagram

Copyright © 2024 paroleinonda.com
A webSITE created with ❤ by SEDUCTIVECOPY
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram